• 1
  • 2
  • 3

  • Natale 2007
  • Come contribuire
  • Donare online
  • Alla "prima" della associazione

Nico I Frutti Del Chicco   Una Onlus Per Il Jardin D’enfance Nicolo’  Di Safa In Centrafrica

Carissimi,   ce l’abbiamo fatta!!!  Come  potete vedere e come promesso nell’ultima informativa, a scrivere dell’asilo di Nico in Centrafrica non è più una singola persona  ma una vera e propria Associazione con tanto di riconoscimento governativo quale Onlus, marchi,timbri, logo, sito, e-mail e quant’altro è necessario per poter provare a mantenere e gestire l’asilo di Nico a Safa in Centrafrica.

Una piccola scuola  che insieme abbiamo costruito, che nei prossimi mesi aprirà le sue porte a 50 bambini e darà lavoro a  diverse persone dei villaggi di Safa e che  per qualche tempo per sopravvivere avrà  bisogno di essere finanziata privatamente, non essendo possibile far rientrare l’asilo nei finanziamenti internazionali per l’alfabetizzazione, riservati alle scuole dell’obbligo. 

La Onlus si chiama, o meglio, noi ci chiamiamo, “Nico i Frutti del Chicco’. Sul nostro sito sono consultabili statuto e atto costitutivo dell'associazione, nonché indicate nel dettaglio attività e modalità di associazione e contribuzione. L’essenziale, però, è presto detto. Abbiamo voluto creare una Onlus con il nome di Nico per dare stabilità al nostro impegno e certezza a chi a noi si è affidato.  Con in più il non trascurabile vantaggio di poter usufruire  e far godere a chi si assocerà e/o verserà contributi dei benefici fiscali previsti dalla legge italiana per  chi opera in regime di Onlus.

 

Mantenere l'asilo di Safà: 20 mila euro per il 2008

Nel  2007  abbiamo raccolto fra amici, conoscenti, parenti  - a spese organizzative praticamente zero -quasi 50 mila Euro, interamente messi a disposizione per la costruzione dell’asilo e per il suo  immediato futuro. Il budget  stimato per il  primo anno di funzionamento della scuola in Centrafrica (materiali didattici e supporti logistici, retribuzioni di personale e insegnanti, vitto per bambini ed operatori, etc)  è di circa 20 mila euro.  Considerata la grande partecipazione degli ‘amici di Nico’ alla prima chiamata a raccolta,  si sarebbe forse potuto  ripetere il ‘passa parola’ anche per  mantenere l’asilo. Un conto però è chiedere di impegnarsi a  fondo perduto, un altro è invece scambiare qualcosa.  Da qui la nascita della Onlus. Chi si iscrive si impegna a versare ogni anno la quota associativa e si ritrova in prima persona  direttamente responsabile e protagonista del mantenimento della scuola, all’interno di una associazione che riunisce sotto il nome di Nico tutti i suoi amici e gli amici dei suoi amici.

 

Quota associativa minima: 30,00 € l'anno

La quota associativa annua per il 2008 è stata fissata  (dal consiglio direttivo dell’associazione che è stato nominato all’atto di costituzione della Onlus e resterà in carica i prossimi tre anni ) in  un minimo di 30 Euro. Trenta euro all’anno per mantenere un asilo in Centrafrica è, sulla carta, un impegno che può essere sostenuto da molti, indipendentemente da età, disponibilità personali, etc.. E potrà consentire magari anche più associati all’interno di una stessa famiglia. L’obbiettivo  del primo anno di vita della Onlus, infatti, vuole essere duplice: contare gli  ‘amici di Nico’ disponibili a impegnarsi ancora insieme per quanto sarà necessario e allo stesso tempo  raccogliere i  20 mila euro richiesti per il 2008. Sulla carta, per raggiungere questa cifra  con versamenti individuali di 30 euro, i soci dovrebbero essere circa 670. ‘Quota 700’  dunque è  un obbiettivo assai ambizioso ma forse non impossibile se ognuno di coloro  che ha già contribuito a costruire la scuola,  si impegna a parlare dell’asilo e farsi promotore della Onlus,, magari  ‘regalando’ o ‘facendo regalare’ l’iscrizione  a parenti, colleghi ed amici, proponendola a persone, gruppi, altre associazioni che fanno raccolte o destinano fondi alla solidarietà.  Il nome  scelto per la Onlus è la garanzia del tipo di impegno: ‘Nico, i frutti del Chicco’. Regola  associativa di  base  è infatti quella di mettere a frutto il più direttamente e semplicemente possibile l’amore di Nico e per Nico, trasformando concretamente i fondi raccolti -senza intermediazioni e con costi organizzativi e di struttura ridotti all’osso- in attività dell’asilo di Safa. 

 

Un nuovo conto corrente postale per i versamenti alla ONLUS

L’organizzazione della nuova  associazione, dunque,  è e dovrà restare semplice ed essenziale: il sito  sarà la sede di aggiornamento e informazione su asilo e  associazione, le mail (al posto della precedente nicosemidelchicco@yahoo.it  da oggi dialogheremo attraverso la nuova mailbox info@nicoifruttidelchicco.org) lo strumento  di comunicazione. Ogni contributo di idea e proposta degli associati sarà il benvenuto. Le  modalità associative sono le più elementari, nel rispetto di quanto la legge impone alle Onlus. Le forme di contribuzione sono le più facili e comode per i nostri associati. 

In questo senso, da adesso in poi contributi e quote associative non vanno più versati sul conto corrente bancario finora utilizzato ma su un nuovo conto corrente di bancaposta (n. 85912392 intestato a Associazione ‘Nico I frutti del Chicco Onlus’ ) intestato direttamente alla Onlus di Nico.  I versamenti possono essere effettutati con bollettino postale, con bonifico bancario -anche on line – con pagamento diretto via internet con carta di credito attraverso il sito e, ovviamente, in contanti a uno dei membri del direttivo (Nuccia Bianchini, Stefania Lattuille, Carlotta Luciani, Stefano Massari, Luca Tortorolo, Giovanni Tortorolo). 

Le ricevute dei contributi versati vanno conservate  fino alla successiva dichiarazioni dei redditi, potendo così ottenere il relativo beneficio fiscale.

L’iscrizione all’Associazione avviene mediante sottoscrizione dell’apposito modulo disponibile anche sul sito della Onlus.

Siamo dunque pronti ad avviare insieme la realizzazione di questa seconda parte del progetto che porta con sé l’ispirazione e il nome  di Nico. Auguriamoci ancora  buona fortuna.

 

Torna all'Archivio

Sono ora disponibili anche i dettagli su come effettuare donazioni tramite bonifico bancario e/o  bollettino postale. Maggiori dettagli qui.

Abbiamo bisogno di tutta la generosità che può arrivare per far fronte ai piani ambiziosi dell'associazione. Per questo abbiamo pensato che fosse importante rendere il processo di donazione più semplice e completo possibile. Ad ognuno il suo: bollettini postali e bonifici bancari di ogni genere e sorta e donazioni online con la carta di credito per gli avvezzi agli acquisti su internet. Anche al contante non diciamo di no.

Saranno presto online tutti i dettagli per i pagamenti alla banca ed alla posta. Nel frattempo è già attivo il link al pagamento online. Clikkando nel quadrato verde qui sotto, si viene re-indirizzati sul sito di Paypal: il più grande sistema di pagamento online. Da quella pagina si può effettuare la donazione  tramite la propria carta di credito. Attenzione; non è necessario registrarsi sul sito ed aprire un conto paypal. Si può fare il trasferimento semplicemente immettendo i propri dati seguendo il link nella pagina in basso a sinistra.

Torna all'Archivio

Ieri sera abbiamo fatto la prima riunione del direttivo. Presenti: Stefani, Nuccia, Carlotta, Stefano, Luca, Giovanni e Matteo. Molte decisioni da prendere e già fanno capolino i primi scogli di burocrazia e scartoffie con cui fare i conti. Ma l'entusiasmo é alto. Ora si parte davvero e si fanno le cose sul serio. Per ricordare Nico e per dare un istruzione dignitosa ai bambini di Safa. E grazie a tutti quelli che decideranno di fare parte, o anche solo seguire di lontano, quest'avventura.

Torna all'Archivio