• 1
  • 2
  • 3

  • News dalle scuole
  • 5 x Mille 2009
  • Notizie da Haiti
  • Consiglio direttivo e assemblea

Eccoci al consueto aggiornamento sull’attività della nostra Associazione Onlus: una famiglia di Nico piccola, salda, operosa,  per fortuna impermeabile alla crisi economica, pronta ad offrire il proprio aiuto ai bambini di diverse parti del mondo.

 - Innanzitutto la notizia più bella. Il 27 febbraio, dopo tre anni di lavoro, è stato inaugurato il nuovo ospedale maternità, confinante con la nostra scuola. L’ospedale offrirà ai bambini e alle loro famiglie non solo un piccolo pronto soccorso, ma anche un controllo sanitario periodico. Dopo un po' di silenzio per via degli impegni, Sandro è tornato a scriverci. Ecco il suo reportage: 

“L’asilo Nicolò – ha scritto sul sito della missione - è vita. La scuola materna Nicolò è ormai un polmone  della comunità della Safà, che respira profondo ed emana tutto l’amore di Nicolò e di tutti i suoi amici che continuano a sostenerlo e a renderlo più che mai vivo. Il 10 febbraio scorso abbiamo voluto ricordare anche qui in Centrafrica il sesto anniversario della sua scomparsa. Il suo amore, il suo spirito sta facendo il giro del mondo e abbraccia tanti bambini, va incontro soprattutto ai più poveri, perché quando si diviene eterni, vivi per sempre, si ha un occhio speciale per gli abbandonati, coloro che faticano. Nicolò ha dato vita all’asilo, ad una scuola per i piccolissimi.  Un’altra ne farà qui a Safà per i più grandicelli, ma al contempo ha teso la mano anche ad alcuni bambini di un orfanotrofio di Haiti danneggiato gravemente dal terremoto, e legge tanti libri, racconta tante storie e gioca con i bambini malati di tumore del Policlinico Gemelli di Roma. 

L’asilo Nicolò di Safa accoglie quest’anno 103 bambini, ben 30 in più degli anni precedenti. Un servizio quotidiano di trasporto in auto serve anche i villaggi di Mouscou e Paris Congo, piuttosto lontani, circa 6 km. Al mattino prendiamo i bambini e li riportiamo indietro alle 15.00. Gli alunni sono numerosissimi per le tre insegnanti, Rosalie, Martine, Sabine, così stiamo preparando anche un giovane. Purtroppo il precedente insegnante, Cyrille, da un giorno all’altro è partito senza dare notizia. Peccato, era molto capace. Anche Cedrik è bravo, ma deve fare un pò di gavetta. Una volta alla settimana, il venerdì, i bambini imparano un pò di inglese: canzoncine, frasette quotidiane. Siamo partiti così, semplicemente. Dobbiamo organizzare meglio, ma per cominciare va bene. A Natale i bambini, per la festa con i genitori, hanno cantato Jingles Bells, ora cantano benissimo Kumba ya My Lord, salutano in inglese…. Piccole cose, visto che poi nella scuola primaria potranno apprendere meglio. Perché sì, nella scuola primaria, da quest’anno offriamo corsi di inglese”.

Il reportage di Sandro ci aggiorna anche sulle altre scuole in funzione alla Safà, sempre da lui dirette e alle quali la nostra Onlus non ha mancato di far arrivare sostegni. 

“La scuola primaria - scrive Sandro - nell’anno scolastico 2010-2011 ha un effettivo di 880 alunni in 5 scuole diverse. (...) Da quest’anno alcuni insegnanti, che hanno seguito due anni di formazione, tentano un’esperienza di vicedirettori (...) A settembre prossimo parteciperanno al terzo anno di formazione, speriamo che poi possano liberarci un pò dall’immenso lavoro che richiede continui spostamenti nei diversi villaggi (...). Una gestione da parte dei nuovi direttori vorrebbe dire la possibilità di dar vita ad un collège, così chiamano qui i primi 4 anni di Liceo (in totale sono sei). Sarebbe un sogno per molti alunni costretti ad andare a Mbaiki (30 Km) o Bangui (140 km) in licei fatiscenti (...).” 

Leggi articolo completo

Torna all'Archivio

 L’Agenzia delle Entrate ci ha comunicato che, grazie alle vostre scelte, con il 5X1000 del 2009 sono arrivati alla Onlus 16.141 euro.  Indipendentemente dal tempo che lo Stato impiegherà a versarli, 16.000 grazie a tutti voi e al vostro passaparola fra amici e parenti. Confidiamo in voi anche per il 2010. La modalità è sempre la stessa: indicare il codice fiscale della Onlus (97486230580) nella sezione “Sostegno del Volontariato” dedicata al versamento del 5 x 1000 nella vostra prossima dichiarazione dei redditi.

Torna all'Archivio

Dalla casa famiglia di Haiti della ‘Maison des petits du Diquini’, la cui sala giochi è intestata a Nico, giungono notizie incoraggianti. 

I bambini più grandi riescono ad andare a scuola, anche se qualche istituto scolastico ha dovuto chiudere per il colera. I più piccoli, invece, sono seguiti direttamente nell'orfanotrofio anche per lo studio.  

Nello stabile casa famiglia, proseguono i lavori di ristrutturazione e di allestimento della nuova grande sala multifunzionale: aula per l’insegnamento e la ricreazione, biblioteca e, nelle serate più calde dell'estate, anche dormitorio. 

Alla ‘Maison des petits de Diquini’ nel 2009 abbiamo donato l’importo intero che ci verrà - prima o poi - versato dall’Agenzia delle Entrate (10.000 euro circa),  quale assegnazione del 5 per mille Irpef 2008. 

Torna all'Archivio

A giugno scade il primo triennio del Consiglio Direttivo. Gli attuali membri sono disponibili a proseguire. Tuttavia, qualora altri soci volessero candidarsi, sono invitati a mettersi in contatto con il Presidente Giovanni Tortorolo. Vi rammentiamo anche che, il 26 giugno, si terrà la prossima Assemblea dei Soci. Per poter votare, anche a mezzo di delega, è necessario il pagamento della quota sociale 2011, rimasta invariata anche quest’anno a 30 euro.

Vi ringraziamo ancora per quanto, ed è davvero tanto, avete fatto insieme a noi e per quanto vorrete continuare a fare.  Un affettuoso saluto. E Buona Pasqua a voi e i vostri cari dal profondo del cuore da me e da tutto il Consiglio Direttivo della nostra piccola Onlus.

Torna all'Archivio