• 1
  • 2
  • 3

Chiudere il ciclo per spalancare i sogni

Il 2012 è stato l'anno di un nuovo, importante 'frutto del Chicco' piantato a Safà. A settembre ha aperto il 'College Nicolò': primo esperimento nella Repubblica Centrafricana di scuola superiore parificata non in città, ma nella giungla, a vantaggio dei villaggi e delle loro famiglie. Il primo anno è stato un esperimento: una sola classe per valutare la risposta e la fattibilità. Le adesioni e il consenso hanno dato il disco verde alla stabilizzazione della scuola, composta da due edifici.

Il primo, da subito in funzione, è stato frutto della ristrutturazione della vecchia scuola primaria di Bernabeng. Il secondo è stato costruito dalla nostra associazione, inaugurato solo nel 2015 dopo uno stop dei lavori fra il 2013 e il 2014 a causa del conflitto esploso in Centrafrica. In qualche modo, il 'Liceo Nicolò' è stato il coronamento della missione scolastica che Sandro e la nostra stessa di associazione si è data. Nicolò cresce e dall'asilo si è spostato al liceo, dopo aver aiutato in questi anni i bambini della Safà anche nella fase intermedia, avendo realizzato in quasi tutti i villaggi cicli completi di scuola primaria..

La costruzione del Liceo

Il 'College Nicolò' è stato realizzato nello stesso villaggio– a Bernabeng - dove hanno sede la missione, l'asilo e l'ospedale. E’ il villaggio forse più piccolo, ma probabilmente anche il principale centro di attività e sicuramente di studio. La sua costruzione e il suo avviamento sono costati fra gli 80 e i 100 mila euro. Ad essi andranno a sommarsi le spese di mantenimento per almeno i primi tre anni di 10-12 mila euro a carico della nostra Onlus. Queste cifre non sono sufficienti, come è ovvio, a pagare stipendi, assicurare vitto e alloggio ai fuori sede, garantire didattica, amministrazione e pulizia. Ma tale è la cifra di mantenimento prevista a nostro carico. Ad essa si sommeranno, a vantaggio della scuola, gli incassi delle rette che le famiglie pagheranno per iscrivere i figli. Il pagamento delle rette, insieme ai corsi di formazione per direttori della scuola che Sandro ha avviato fra i genitori più sensibili e motivati verso l'istruzione, rientrano nel percorso che deve portare entro qualche anno le scuole di Safà a diventare autonome economicamente. In modo che la loro esistenza non sia necessariamente legata a Sandro, alla missione e, in ultima istanza, nemmeno al sostegno della nostra associazione.

L’impegno per noi di Nico - i frutti del Chicco

Il Liceo è composto da 4 aule per le 4 classi (il costo è stato circa 40 mila euro per le murature e 10 mila euro per banchi, sedie, lavagne, armadi e altri arredi), una biblioteca, una sala professori, una direzione, due stanze dormitorio per i fuori sede e una cucina-sala da pranzo (circa 25 mila euro le per la ristrutturazione dei rispettivi locali e 10 mila euro per i relativi arredi).

 

Torna a "Progetti"