• 1
  • 2
  • 3

Carissimi, eccoci all'ormai consueto appuntamento prenatalizio Safà-Italia.

Le novità, in entrambe i continenti, non mancano. La prima, per quanto forse la meno importante, riguarda le nostre comunicazioni. Ci siamo presi l’impegno di provare, d’ora in avanti, a rendere - per lo meno le mail - più frequenti e sintetiche: probabilmente meno raccontate e più informative, ma con più costanti segnalazioni delle novità e di cui il nostro sito (www.nicoifruttidelchicco.org) dà e darà ancora di più conto. L’idea è quella di fornirvi via mail i titoli della segnalazione e mettervi in condizione con un solo click di essere aggiornati in tempo reale anziché periodicamente. Vedremo se riusciremo a realizzare l’idea e soprattutto se funzionerà e sarà da voi apprezzata. Il condizionale, in una struttura semplice e ‘in famiglia’ come la nostra, è d’obbligo. Ma ci piace condividere con tutti – benvenuti commenti, suggerimenti, critiche, proposte, offerte di collaborazione- le novità, a partire dalla buona volontà iniziale. I prossimi mesi ci diranno se la buona intenzione avrà gambe per camminare…. Ed ora dalle intenzioni passiamo ai fatti, provando a sperimentare la nuova forma di comunicazione di cui potete già trovare notizie, immagini e – udite udite – anche video (homepage www.nicoifruttidelchicco.org e www.nicoifruttidelchicco.org/video/index.html ) sul sito.

UNA ‘STANZA DI NICO’ NELLA CASA FAMIGLIA DEI BAMBINI DI DIQUINI AD HAITI

La casa famiglia ‘Maison des Petites de Diquini’ a cui abbiamo comunicato l’impegno deliberato dall'assembla di giugno di devolvere loro gli oltre dieci mila euro a noi destinati grazie al 5 per mille Irpef del 2008, ci ha informato che hanno già riaperto i battenti senza aspettare la ristrutturazione definitiva a causa del rischio troppo alto di ‘schiavitù’ per i bambini orfani del terremoto che rimangono in strada. Ragione per cui la casa famiglia, previa opera di consolidazione, è già tornata operativa e sta per intestare a Nicolò la sala mensa o quella giochi, presto ci faranno sapere e ci manderanno le foto. La socia Elisabetta Pierazzi, su richiesta del direttivo, si è presa l’incarico di tenere i rapporti fra la nostra Onlus a Roma e Diquini ad Haiti. (immagini su www.nicoifruttidelchicco.org/diquini/index.html e www.mwem.org/diquini/ ).

QUEST’ANNO ALL'ASILO DI NICO IN CENTRAFRICA ‘LA CARICA DEI CENTODUE’ (IN PULMINO…)

A metà Settembre l’asilo Nicolò ha ripreso l’attività insieme a tutte altre scuole primarie dei villaggi della Safà ed è ancora l’unica scuola materna di un polo scolastico parificato ai confini della giungla centrafricana che ormai, nel Paese che fu di Bokassa, è davvero considerato modello di eccellenza e luogo di formazione per gli insegnanti di tutto il Centrafrica. In estate, infatti, le scuole della Safà chiuse per i ragazzi sono state a lungo aperte per ripetuti corsi di formazione e aggiornamento per gli insegnanti della missione– la cui frequenza e il cui superamento degli esami finali è condizione per il rinnovo del contratto di insegnamento per il successivo anno scolastico- ma anche per gli insegnanti di altri istituti pubblici e privati della regione. Le classi dell’asilo sono diventate quattro, e così gli insegnanti della materna cui si aggiungono le tre assistenti all'infanzia che provvedono a pulizia, alimentazione, cura di scuola e bambini. E i bambini, dai settantaquattro dello scorso anno, sono diventati centodue. Ogni singola classe (divise per età anagrafica e di iscrizione scolastica: due classi di primo anno, una ciascuna di secondo e terzo per bambini da minimo 3 a massimo 6 anni) conta intorno ai 25 bambini a maestro. Il che è stato reso possibile ridestinando ad aula di scuola la quarta stanza del nostro asilo finora destinata a ‘sala nanna’ e deposito dei materiali. La decisione è stata presa da Sandro in considerazione dell’alta richiesta di iscrizione e del livello di esperienza e formazione raggiunta da insegnanti e assistenti che consentono di confidare in loro per non abbassare il livello di offerta scolastica a fronte dell’aumento non indifferente dei bimbi da gestire, scolarizzare e far socializzare. A loro (cliccando www.nicoifruttidelchicco.org/immagini/asilo2010/index.html si trovano le loro immagine tratte dal viaggio di questa primavera di Nuccia-Alessandra e dall'estate italiana trascorsa da Sandro) Sandro e Mauro offrono da quest’anno ‘un servizio in più’: lo ‘ scuolabus della giungla’. Il fuoristrada dei sacerdoti, infatti, finora la mattina presto era riservato alla ‘raccolta’ lungo i sentieri degli insegnanti in marcia verso le scuole,per non far tardare l’inizio delle lezioni. Da Settembre – talvolta a costo di più viaggi di andata e ritorno- vengono caricati e portati a destinazione anche i bambini diretti all'asilo.

AL LAVORO PER LE NUOVE ‘CLASSI DI NICO’ NELLA SCUOLA PRIMARIA

Ragazzi in classe per il nuovo anno scolastico alla Safà, dunque. E adulti centrafricani al lavoro sotto la guida di Sandro per trasformare in nuovo edificio scolastico il finanziamento destinato dalla nostra Onlus alla realizzazione del nuovo edificio nella scuola primaria del villaggio di Loko, dopo la prima nuova classe da noi sovvenzionata e la scorsa primavera inaugurata da Nuccia ed Alessandra. Insomma, il percorso ideale di Nico iniziato e radicato nella scuola materna, dopo la prima elementare, pensa a una seconda e a una terza… Piuttosto normale per un bambino, no? ( www.nicoifruttidelchicco.org/immagini/Loko/index.html ).

UN LIBRO DI POESIA CON VERSI SU NICO E SAFA’ PER AIUTARE L’ASILO

Ottobre è stato pubblicato, per la collana di poesia della Kimerik, il libro ‘Versi Dispersi’ di Rosalba Cortese. Rosalba è una nostra socia fondatrice che a Nico e all’asilo ha dedicato alcune poesie contenute nel libro. E che a Nico e all’asilo ha anche deciso di devolvere l’incasso integrale delle prime 200 copie vendute. Il libro costa 15 euro. Chi è interessato ad acquistarlo, fino ad esaurimento delle 200 copie suddette, può rivolgersi alla libreria Mondadori di Roma in via Piave 18 (referente per i nostri soci è la proprietaria della libreria Ilaria Milana. Tel: 06/42014726; Fax 06/42027406; e-mail info@libreriaviapiave.it) o direttamente alla nostra Onlus (www.nicoifruttidelchicco.org/news/files/526cf15dadf6e88469401228aaaf9e72-34.html).

L’ASILO DI NICO SU REPUBBLICA.IT E UNA NUOVA BROCHURE PER FARLO CONOSCERE

Della storia di Nicolò e dell’asilo alla Safà che porta il suo nome si è occupata di recente anche il sito di informazione più cliccato di Italia: Repubblica.it . Ci hanno contattato e raccolto molte notizie e materiali sulla Onlus e sull'asilo, informandoci che intendono tornare su questa storia italo-centrafricana. Staremo a vedere e, se del caso, vi terremo informati. Chi vuole leggerlo può farlo ancora sul nostro sito (www.nicoifruttidelchicco.org/news/files/4bb3c76cf2163ca0e55d08e4b01a6ed5-35.html) o sul quotidiano (www.repubblica.it/solidarieta/volontariato/2010/11/19/news/un_asilo_in_mezzo_alla_giungla_nel_ricordo_del_piccolo_nicol-9292639/ ) .Abbiamo inoltre di recente realizzato, grazie al lavoro dei soci Barbara Capponi e Stefano Massari, una nuova brochure per far conoscere meglio e di più l’asilo di Nico. La brochure, oltre a essere disponibile presso di noi, può essere da ciascuno scaricata dal nostro sito (www.nicoifruttidelchicco.org/brochure/index.html).

EVENTI IN ITALIA, GIARDINO DEL RICORDO A SAFA’, LIBRERIA E LUDOTECA DI NICO AD ONCOLOGIA PEDIATRICA A ROMA, LIBRETTI SOLIDALI

Oltre al libro di Rosalba, la stessa persona che lo scorso anno organizzò uno spettacolo teatrale a favore del nostro asilo, continuano ad essere piuttosto frequenti le iniziative di singoli soci a sostegno dell’asilo. L’ultima – non ancora censita e registrata perché non ancora conclusa, è la Cresima di Federico Maienza a Milano che, come suo fratello Alessandro pochi anni fa, fa del sostegno all'asilo di Nico il ‘regalo’ richiesto. Del pari è da segnalare come la comunità di San Pietro d’Olba, paesino del savonese in Liguria, sia una fucina continua di iniziative promosse dal Parroco don Nando Canepa, dai bambini, dai loro genitori che si tramutano in ripetuti ‘semi del Chicco’ messi a dimora a Safa. Il nostro sito www.nicoifruttidelchicco.org/eventi/index.html) ne tiene memoria ed aggiornamento. Stesso riscontro ed aggiornamento frequente – tanto nel giardino reale del nostro asilo a Safà come in quello virtuale sul web - ha l’iniziativa del ‘Giardino del Ricordo’ che ricorda una persona cara non più con noi piantando, a seguito di una donazione di importo libero, un albero a Safà e aggiungendo il suo nome al piccolo ‘memoriale’ del nostro sito (www.nicoifruttidelchicco.org/giardinoricordi/index.html) . Prosegue anche quest’anno , il periodico rifornimento con giochi in buono stato (eccetto peluches) video e libri della libreria-ludoteca da noi realizzata e intestata a Nicolò presso il reparto di Oncologia Pediatrica del Policlinico Gemelli c/o l’Università Cattolica di Roma, ospedale dove Nico è nato. Ricordiamo che per aderire non si deve fare altro che presentarsi al reparto con materiale in buono stato e consegnarlo a caposala ed infermiere presentandosi come soci della Onlus in nome di Nicolò Tortorolo. www.nicoifruttidelchicco.org/libreria/index.html ). Infine, Lucia Marchegiani ha rinnovato la sua disponibilità, insieme ad altre amiche della Basilica di Sant’Agnese a Roma, a realizzare ancora ‘libretti di nozze solidali’ per chi voglia effettuare donazioni al l’asilo di Safà con i libretti di matrimonio. http://www.nicoifruttidelchicco.org/librettisolidali/index.html.

UN 2010 IN BUONA SALUTE PER LA NOSTRA ONLUS, ORA CI ASPETTA IL 2011

Insieme agli auguri di buone feste, è oramai consuetudine anche un primo sommario bilancio dell’anno che sta per finire della nostra piccola Onlus. Ed il 2010 è andato davvero bene. L’impegno e il sostegno di soci e donatori ci ha consentito di mettere a dimora i semi di Nico non più solo nell'asilo in Centrafrica ma anche nelle scuole primarie che gli sono intorno e, attraversando l’Atlantico, ad Haiti. Il tutto senza intaccare più di tanto il nostro bilancio che resta anche quest’anno in attivo nella sua parte corrente, al netto cioè della riserva economica, che ci siamo imposti come intangibile, pari ad una annualità dell’impegno economico che abbiamo per mantenere l’asilo di Safà. Questo è stato possibile perché i donatori sono cresciuti anche quest’anno , così come nuovi soci si sono aggiunti. Avevamo chiuso il 2009 con 239 iscritti. Al momento sono poco meno di una trentina quelli fra loro che non hanno ancora versato la quota 2010, mentre una dozzina sono state le new entry. A chi non ha ancora rinnovato, ricordo che dal 15 Novembre è iniziato il decorso del termine di 60 giorni trascorsi i quali senza pagamento della quota 2010 – come da statuto-saranno considerati dimissionari. A tutti comunico invece che da Gennaio si potrà iniziare a pagata la quota associativa 2011 che resta invariata in 30 euro dal 2008, come dal primo anno di nostra attività. E’ una scelta di fiducia nella nostra associazione e di ottimismo sulle sue nuove potenzialità, a fronte degli inevitabili aumenti di spese e riduzioni di entrate che la crisi ha determinato anche per la nostra Onlus: se non altro il taglio del 75% dei fondi pubblici destinati al finanziamento del 5 per mille previsto nella finanziaria 2011 di Tremonti è stato un bel colpo per tutto il volontariato. Che però, nel nostro caso, è ampiamente compensato dai frutti che stanno dando i semi del Chicco che in questi tre anni abbiamo coltivato insieme. Un lavoro che nel 2011 vedrà chiudere il suo primo triennio: Consiglio Direttivo e Presidenza sono in scadenza e l’assemblea del prossimo Giugno dovrà eleggere la nuova dirigenza dell’Associazione. A ognuno è richiesto solo di pensarci su: se è desiderio di qualcuno avere un impegno più personale e diretto nell'associazione, non ha che da farcelo sapere: da Gennaio a Marzo il Presidente raccoglierà mail, telefonate, comunicazioni con disponibilità alla candidatura e/o proposte e suggerimenti per il secondo ciclo di vita della nostra Associazione che a metà del 2011 si apre. Grazie per la pazienza e buone feste a tutti voi e ai vostri cari da Consiglio Direttivo e Presidenza dell‘Associazione Onlus Nico i Frutti del Chicco’ e dai bambini dell’asilo Nicolò di Safà in Centrafrica e della ’Maison des Petites de Diquini’ in Haiti. Con l’impegno a non scrivervi mai più informative così lunghe e passare quanto prima alla nuova forma di ‘comunicazione slim’, di cui ciascuno dei capitoletti di questa missiva può essere esempio. Un forte abbraccio.